Perfezionismo patologico : cosa è e da cosa ha origine.

perfezionismo

Post Cinquantasei

11 Ott 2018 - pubblicato da Floriana De Michele

Siamo onesti, è chiaro che nella nostra esperienza di vita abbiamo incontrato quelle deliziosissime persone che hanno bisogno che le cose vengano fatte in un certo modo, a modo loro che poi è l' unico accettabile. Quelle che fanno impazzire perchè sono cosi maledettamente perfezionisti che perdiamo la pazienza! A volte sono persone vicine a noi e facciamo di questa caratteristica un motivo di spasso perchè rende il nostro amico di turno così particolare. Vi dico una cosa c'è tutto un mondo dietro a certi comportamenti. Lo volete conoscere? Avete presente il clichè delle persone che vanno in terapia e la madre ha sempre tutte le colpe dei nostri disturbi? Fa ridere no!? Beh, è vero. Ma prima di correre da vostra madre ad urlarle che vi ha rovinato la vita, finite di leggere, andiamo con ordine. Se vi riconoscerete nella persona che descriverò, o se conoscete qualcuno così, oggi vi mostrerò quel mondo che si cela dietro il volere a tutti costi pulire precisamente l angolino più remoto della cucina fino a farlo brillare di luce propria! Intanto, chi è il perfezionista patologico ? Quali i sintomi del perfezionismo nevrotico , quali le cause ? Cominciamo col dire che in questa sede mica voglio dire che fare le cose per benino non vada bene, anzi! Un piccolo tratto di perfezionismo nevrotico nell'eseguire compiti e performance va più che bene. Il perfezionismo diventa controproducente , e quindi perfezionismo patologico, quando il soggetto in questione entra in un loop di aspettative molto elevate (troppo) con conseguente didistima di sè e depressione.

Torniamo alle madri. Che c'entrano?

Dovete sapere che ognuno di noi è stato cresciuto in un certo modo, in un certo ambiente familiare ed è stato trattato in un determinato modo. Questo modo è tracciabile in in stili genitoriali determinati e ogni stile genitoriale crea un adulto nevrotico in modi diversi! (ci sono anche i genitori bravissimi che non ci creano problemi da adulti comunque). Non ci credete? Prendiamo in esame il nostro amico super preciso. A seconda di come nostra mamma (e il papà) ci hanno amato, educato e trattato, siamo cresciuti ricalcando quello che gli addetti ai lavori chiamano sistema di attaccamento. La qualità di queste interazioni porta al formarsi dei nostri modelli operativi interni, che sono sia il nostro modo di percepirci, vederci, pensarci, sia ciò che ci aspettiamo dagli altri, o come gli altri dovrebbero trattarci (si, anche la scelta del partner è influenzata da questo!) esistono diversi tipi di attaccamento che sviluppiamo a seconda di altrettanti stili genitoriali e sono:

  • Attaccamento sicuro
  • Attaccamento ansioso
  • Attaccamento evitante
  • Attaccamento ambivalente
  • Attaccamento disorganizzato

Intanto ci tengo a precisare che non spiegherò tutti gli stili che ho elencato (per approfondire ) , ma soltanto quello che riguarda il nostro amico super preciso e quindi un'attivazione del sistema di attaccamento insicuro e in particolare quello ambivalente. I genitori del mal capitato sono verbalmente ipercritici, non esprimono affetto. Ipoattivi sul piano motorio espressivo, i comportamenti d questi genitori sono antitetici spesso e ambivalenti, e questo crea una spaccatura anche nel modo in cui il bambino percepisce se stesso (ad esempio sarà a-mimico mentre parla d'amore e di emozioni!) la percezione di un senso di sè AMBIVALENTE si traduce in comportamenti che oscillano tra tutto o nulla, ogni squilibrio dal proprio bisogno di certezza assoluta, viene esperito come una PERDITA TOTALE DI CONTROLLO, questo crea ANSIA e bisogno di controllare "tutto".

Tutto chiaro? La patologia si traduce in vari modi, per poter controllare o pensare di controllare ciò che chiameremo pensieri intrusivi, l'ossessivo (perchè è questa la degenerazione del perfezionismo nevrotico) metterà a punto una sere di comportamenti o rituali che gli daranno la sensazione di poter controllare i pensieri ossessivi. Se l'argomento vi interessa e volete approfondire io vi consiglio dei film che parlano proprio del disturbo chiamato appunto ossessivo compulsivo, allora prendete nota! "The Aviator", con Leonardo di Caprio che interpreta Howard Hughes, regista vissuto nei primi anni del 900 affetto da questa patologia, e "Qualcosa è cambiato" con Jack Nicholson. Buona visione!

E se pensate di essere perfezionista patologico , fate un test ! Sono a vostra disposizione 😆 !

Non è il dubbio, è la certezza che fa diventare pazzi (Musil).

Bibliografia

J. Bowlby (1907-1990) Teoria dell'attaccamento: — Tipi Sicuro, Insicuro Evitante, Insicuro Coercitivo/Ambivalente. — Modelli operativi Interni

Ainsworth, M. D. S. (1978) Strange situation Main, M. Allieva di Mary Ainsworth, Marie Main sviluppa il Berkeley Adult Attachement nel 1982, individuando un quarto tipo di Attaccamento Disorganizzato

Ainsworth et al. (1971, 1978,1985), Main, Kaplan, Cassidy (1985), Sroufe (1985)



Se hai trovato interessante questo articolo, puoi leggere anche: La psicologia dell'ansia (dal Seminario ad Avezzano, 25 maggio 2005).


Chiamami con Whatsapp

Chiamami: 3391249564

Mandami un messaggio

Nome

E-mail

Oggetto

Messaggio