Investimento finanziario: la psicologia che c'è dietro.


Gli investitori sono degli audaci, amanti del rischio, lungimiranti. Quello che fanno è, in poche parole, rinunciare a spendere i risparmi nel presente, rinunciare a tenerli ben da parte in caso di un’esigenza futura, per spostarli nel tempo tendando di moltiplicare il loro valore.
investimento finanziario

Post Ventiquattro

7 Ott 2018 - pubblicato da Floriana De Michele

Investimenti e psicologia : finanza comportamentale.

L’ investimento finanziario è un rischio, sì, ma avendo accanto un buon consulente questo rischio può essere ridotto ai minimi termini. Come? Conoscendo molto bene le tecniche finanziarie, i mercati, i bisogni del cliente, ma soprattutto i processi psicologici che guidano i comportamenti degli investitori.

Sono talmente importanti le motivazioni, le emozioni e le aspettative degli investitori, che i ricercatori – tra cui Psicologi ed Economisti – da molti anni studiano le variabili che influenzano il comportamento dell’investitore finanziario, dando vita alla disciplina della Finanza Comportamentale.

Diversi studi in psicologia hanno dimostrato inoltre che le persone raramente vedono il rischio come qualcosa di oggettivo e misurabile (Mertz, Slovic e Purchase, 1998; Slovic, 2000), quindi per gli investitori sarebbe impossibile valutare solo da un punto di vista matematico l’entità del rischio, senza ricorrere a ragionamenti soggettivi e personali.

La finanza comportamentale è la psicologia delle scelte e della gestione del risparmio.

Psicologia finanziaria.

Chi ha detto che il linguaggio dei mercati è fatto solo di numeri, cifre numeriche? Sfatiamo un mito! Alcuni ricercatori hanno dimostrato che è proprio questo il settore in cui vi è un’alta mancanza di razionalità nel prendere decisioni, basti pensare che proprio l’andamento dei mercati viene descritto utilizzando termini come ‘depressione’, ‘euforia’, ‘irrazionalità’ o ‘disillusione’ (Shiller, 2000).

La finanza comportamentale permette di scoprire gli errori che ci fanno perdere denaro.

L'utilizzo dei test presuppone quindi la somministrazione, la siglatura e la stesura di una relazione finale diagnostica basata sull’interpretazione della batteria di test, utile per individuare sia le parti sane di un individuo, sia le aree di conflitto o problematiche e per organizzare un piano terapeutico mirato ed individualizzato. 

Sentimenti , emozioni e comportamento degli investitori finanziari.

Sembrerà assurdo a qualcuno, ma i mercati finanziari sono una delle aree professionali in cui è maggiore l’influenza delle emozioni nel prendere decisioni. Gli investitori discutono di numeri, cifre grandi o piccole, ragionano con le calcolatrici e computer, ma sono le emozioni che guidano i loro comportamenti, proprio a causa della forte incertezza che contraddistingue i mercati. La psicologia della decisione e la psicologia economica hanno dimostrato che esistono dei processi mentali (o cognitivi) che intervengono in modo sistematico nel momento in cui gli investitori devono prendere una scelta. Ad esempio, gli individui non sempre agiscono in modo razionale ma, quasi sempre, vengono influenzati dalle proprie esperienze passate, dalle loro credenze, dal contesto e anche dal modo in cui gli vengono presentate e fornite le informazioni (Kahneman e Tversky, 2000).

Inoltre, il mercato è un ambiente spesso caotico con una quantità di informazioni illimitata, e l’investitore deve prendere la decisione migliore e meno rischiosa nel più breve tempo possibile. Come fa? Semplificando le informazioni ricevute, eliminandone una parte. Quindi, nel momento in cui deve fare una valutazione delle informazioni, l’investitore non applica sempre un ragionamento “matematico”, ma è come se ad ogni informazione assegnasse un valore affettivo che può variare da molto positivo a molto negativo.

Facciamo un altro esempio su come gli investitori prendono decisioni non tanto sulla base di ragionamenti razionali, ma facendo riferimento – inconsapevolmente – alle emozioni: due studiosi (Shapira e Venezia) negli anni 2000 hanno dimostrato che gli investitori professionali si comportano diversamente a seconda di come hanno chiuso le contrattazioni nel giorno precedente, vengono quindi influenzati dall’euforia o dalla tristezza o anche dalla rabbia. Se l’investitore ha perso tanto, allora il giorno successivo si adopererà per fare un alto numero di scambi; se invece non ha perso o ha guadagnato, il giorno dopo assumerà un comportamento meno rischioso facendo meno scambi.

Come si deve comportare l'investitore finanziario ?

Chi vuole intraprendere questa professione può scegliere di avere al suo fianco altri professionisti come consulenti o psicologi esperti in materia finanziaria, per conoscere tutti i meccanismi che guidano le decisioni e i comportamenti finanziari. Inoltre, conoscere se stessi, il proprio modo di reagire a dei fallimenti o alle vittorie, può essere molto utile per riuscire ad affrontare decisioni importanti e decisive in un mondo così complesso come quello dei mercati finanziari.



Se hai trovato interessante questo articolo, puoi leggere anche: Psicologo del lavoro nelle organizzazioni : aspetti normativi.


Chiamami con Whatsapp

Chiamami: 3391249564

Mandami un Messaggio