Autismo infantile e scuola

autismo infantile

Post Sessanta

4 Dic 2018 - pubblicato da Floriana De Michele

Autismo

“Gottfried Mind era un ragazzino che presentava un ritardo mentale. Non sapeva scrivere, non aveva la più pallida idea di cosa fosse la matematica ed era in grado di esprimere solo concetti base.

Un giorno (siamo alla fine del ‘700) osservando il pittore Sigmund Hendenberger dipingere una scena contadina, si soffermò su un dettaglio e scosse la testa: “questo non è un gatto” disse.

Il pittore sorrise e gli diede in mano la matita. Il ragazzo non si fece intimidire. E disegnò un capolavoro.”

Esistono persone con straordinarie abilità, in grado di fare difficili calcoli matematici, disegnare dettagliatamente un paesaggio, insomma, geniali.

Eppure, contemporaneamente quelle stesse persone non comprendono le elementari norme sociali, l’ironia, le espressioni facciali, gli stati d’animo altrui.

Gli Asperger

Sono gli Asperger, o, idioti sapienti, sono le persone geniali che si nascondono in alcuni tipi di autistici.

Quale è la connessione che lega genio e autismo?

Alcuni ricercatori australiani guidati da Julie Leask, (Davies P. et al.,2002) sostengono che ripercorrendo le vecchie favole della nonna che narrano di fate ci si accorge che in molte di esse si parla di autismo.

"Le fate che nel giardino hanno rapito i bambini”, così iniziano le fiabe ( changeling è chiamato lo scambio).

I bambini scambiati delle storie mostrano i classici sintomi dell’autismo infatti vengono descritti come apatici, impenetrabili, non espressivi a livello emotivo.

Secondo l’ICD 10 dell’OMS e il DMS V, l’autismo è un disturbo pervasivo dello sviluppo e si manifesta a partire del terzo anni di età.

Il deficit interessa principalmente le aree della: comunicazione, interazione sociale, comportamento ripetitivo e stereotipato.

Il bambino autistico non ha competenze sociali, si isola ed è indifferente a ciò che succede attorno a lui.

Nella maggior parte dei casi la comunicazione è deficitaria.

La sindrome di Asperger è una forma di autismo ad alto funzionamento, cioè non è presente una compromissione delle capacità cognitive e intellettive e anzi, in alcuni casi si registra un’intelligenza superiore alla media.

A ben vedere gli Asperger si presentano come persone strane, possono risultare saccenti, antipatici, maleducati.

Hanno interessi molto particolari, molti di loro amano le simmetrie, l’ordine, le forme perfette e originali.

I Savant

Tra le caratteristiche dello spettro autistico, la condizione dei Savant è quella più affascinante perché queste persone presentano abilità eccezionali in bizzarro contrasto con la disabilità.

La prima volta questa sindrome fu descritta dallo psicologo Duckett nel 1887 che parlava di “idiota” con riferimento ad un livello di Q.I. inferiore a 25, e “savant” indicava l’attributo di genialità.

La sindrome può essere congenita ma anche acquisita, ad esempio a seguito di una lesione che compromette il sistema nervoso centrale.

Il talento spesso compare all’improvviso e riguarda diversi ambiti quali: la musica, l’arte, abilità meccaniche, memoria prodigiosa, il calcolo veloce

Oltre la metà dei savant è autistica, altri sviluppano queste capacità a seguito di una lesione all’emisfero sinistro.

Tali abilità insorgono anche come conseguenza in certi tipi di demenza, e questo fa pensare che alcuni aspetti di questa forma di genio possano esistere in forma quiescente in ciascuno di noi.

Un savant celebre e presente nello stereotipo comune è il personaggio del film “Rain man” personaggio ispirato ad un uomo realmente esistito, Kim Peek, che ha memorizzato 6000 libri e possiede una conoscenza enciclopedica in moltissimi ambiti.

E’ importante mettere in atto un sistema educativo che metta in luce le abilità dei soggetti autistici anziché le disabilità. Un ambiente stimolante può fare la differenza per far emergere questi misteriosi e affascnanti soggetti in grado di regalare al mondo il loro contributo.

Bibliografia

Frith, U. (1989). Autism. Oxford, UK: Basil Blackwell

Happè, F., FRITH, U. And Calovi,C. (2012) Autismo e talento.Trento : Erickson



Se hai trovato interessante questo articolo, puoi leggere anche: La psicologia dell'ansia (dal Seminario ad Avezzano, 25 maggio 2005).


Chiamami con Whatsapp

Chiamami: 3391249564

Mandami un Messaggio