Risarcimento danno e Psicologia giuridica

Chiunque subisce un danno ingiusto è tenuto ad essere risarcito così come è previsto dalla legge. Nell’ambito della Psicologia Giuridica sono previsti i seguenti servizi per il risarcimento del danno non patrimoniale oppure detto danno biologico perché si distingue dal danno patrimoniale essendo un danno fatto alla salute delle persone.


Perizia Psicologica tramite Valutazione psicodiagnostica

Si procede ad effettuare una Psicodiagnosi ovvero studio della personalità della persona con test psicometrici, cioè test che servono a misurare tutte le funzioni umane dell’individuo. Di solito viene utilizzata una batteria di test tra cui un test d’intelligenza tipo WAIS IV, un test di personalità tipo MMPI2, un test proiettivo tipo RORSCHACH, test grafici carta e matita e scale per la valutazione del trauma.


Il danno Biologico consiste in una patologia psicologica acuta o cronica, sviluppata in seguito all'esposizione di uno o più eventi traumatici, di cui si sia accertata la responsabilità di un soggetto esterno, che peggiora l’abituale funzionamento, in una o più aree importanti della vita, ad esempio l’area lavorativa, o quella sociale, oppure quella familiare, ed è suscettibile di accertamento medico-legale.

Il danno Biologico Psichico è risarcibile ai sensi dell'art. 2043 del codice civile in seguito alla sentenza della Corte Costituzionale del 30 giugno 1986 n. 184, in quanto lesivo dell'interesse, costituzionalmente garantito, all'integrità fisica della persona.

Il danno Biologico è un tipo di Danno Non Patrimoniale come previsto dall’art. 2059c.c., in cui si cita il danno morale e il danno esistenziale, la cui natura è fondamentale all'integrità fisica della persona, per cui il diritto viene garantito costituzionalmente, a prescindere dai risultati economici, dalla capacità di guadagno o patrimoniale del danneggiato.

Il danno morale e il danno esistenziale comprendono il danno dovuto al comportamento ingiusto altrui che produca una sofferenza nella vita dell'individuo o una lesione dell'integrità psicofisica o un peggioramento della qualità della vita di un individuo derivante dalla lesione di valori fondamentali alla persona.


L'esistenza di un danno biologico si può dimostrare se sussistono i seguenti elementi:

  • esistenza di una lesione fisica o psichica della persona;
  • esistenza di una compromissione delle attività vitali del soggetto, considerate nel senso più ampio;
  • esistenza di un nesso causale tra la lesione subita e la compromissione della vita del danneggiato.

Risarcimento lesioni avviene quando sono state compromesse le attività vitali del soggetto, considerate nel loro senso più ampio, ad esempio quando siano dimostrabili:

  • modificazioni all'aspetto esteriore di una persona;
  • riduzione della capacità di relazionarsi con altri individui;
  • riduzione della capacità lavorativa, ossia dell'attitudine di una persona a lavorare;
  • perdita di opportunità lavorative;
  • perdita della capacità sessuale;
  • danno psichico.

Ambiti in cui si può chiedere un risarcimento sono:

  • l'infortunistica stradale;
  • l'infortunistica professionale;
  • il danno da colpa professionale;
  • il danno da wrongful life;
  • il danno da mobbing lavorativo, familiare e coniugale;
  • il danno da demansionamento;
  • il danno ambientale;
  • la tutela della privacy;
  • bioetica, maltrattamento su donne o minori, abuso su donne o minori;
  • morte.

Il sistema tabellare maggiormente usato nelle Corti d'Appello italiane appare essere quello del Tribunale di Milano.

CTU (Consulente Tecnico d’Ufficio) a Tutela dei Minori al Tribunale di Avezzano con precise competenze ed incarichi

Consulente Tecnico di Parte (CTP)

L'attività più consistente è quella di Consulente Tecnico di Parte in collaborazione con diversi studi legali (CTP). In questo caso, lo psicologo giuridico o forense ha il compito di aiutare la persona attraverso un sostegno psicologico, accompagnandolo ed assistendolo in tutte le fasi del procedimento civile o penale, che richiede una valutazione psicodiagnostica finale e che si concretizza in una perizia psicologica.

Le Consulenze Tecniche commissionate direttamente dalle Parti, sono richieste dal periziando stesso:

  • per fornire maggiori elementi di valutazione al Giudice, al fine di arrivare ad un giudizio più equo, attraverso l'acquisizione di informazioni sulle condizioni psicologiche e sulle risorse personali, familiari, sociali e ambientali del soggetto;
  • perchè il periziando, possa esercitare il suo diritto di potersi tutelare attraverso il consulente tecnico, che assistendo alle operazioni tecniche del CTU, valuta la correttezza metodologica delle operazioni peritali e può produrre ulteriore documentazione clinica e osservazioni critiche da sottoporre all'attenzione del Giudice.

Perizia Psicologica

La Perizia Psicologica ha la finalità di far conoscere la struttura di personalità dell'individuo coinvolto nel procedimento giudiziario attraverso la sua storia personale ed il suo profilo psicologico. La psicodiagnosi riguarda gli aspetti intellettivi, caratterologici, attitudinali della psiche della persona interessata, gli schemi comportamentali, che saranno valutati tramite colloqui psicologici e una batteria di test specifici, in rapporto alla sua posizione giuridica, al ruolo rivestito nella famiglia, nella scuola, nel mondo del lavoro, delle professioni e nella società, evidenziando gli aspetti affettivi ed emotivi che ne chiariscono il significato, o il senso, all'interno della sua personalità e, quindi, sottoposti al vaglio dell'autorità giudiziaria incaricata del processo civile o penale.

Affidamento figli

Giustizia Civile: la valutazione della personalità viene richiesta dal Giudice per decidere le modalità di affidamento dei minori o per accertare la presenza dei requisiti psicologici ai fini di un’adozione (valutazione delle capacità genitoriali, separazioni o divorzi, mediazione familiare).

Giustizia Penale: la valutazione riguarda l'infermità mentale di un individuo, adulto o minore, affinché si possa considerare l'imputabilità, il grado di responsabilità, la pericolosità sociale (reati compiuto da minori, abuso sessuale, valutazione sull'imputabilità e la capacità di intendere e di volere, valutazione sulla pericolosità sociale, valutazione sulla capacità di compiere negoziati giuridici).


Chiamami: 3391249564

Mandami un messaggio

Nome

E-mail

Oggetto

Messaggio