Psicoterapia:Counseling e Consulenza Psicologica

Counseling ovvero consulenza psicologica per prevenire e cura psicologica sono le azioni necessarie per realizzare il benessere delle persone, rafforzando le proprie forze interiori in modo da renderle in grado di superare il disagio esistenziale legato ai momenti critici della vita, affrontare i problemi al fine di evitare lo sviluppo di una patologia.

Come si può prevenire: counseling

Counseling psicologico e counseling sanitario effettuato come sostegno psicologico attraverso il quale si insegna ad analizzare e ad affrontare in maniera efficace i nuovi eventi del ciclo vitale (l'attesa di un figlio, nascita o adozione, menopausa, lutti), oppure tutte le situazioni di grande emergenza (incidenti, terremoti, violenze di diverso genere).

Come si può curare: psicoterapia psicodinamica

Psicoterapia Psicoanalitica e psicoterapia psicodinamica sono equivalenti in quanto consistono in un trattamento psicologico basato sul rapporto umano tra paziente e psicoterapeuta, che si instaura su richiesta della persona bisognosa. La relazione interpersonale tra i due si concretizza attraverso un dialogo, una comunicazione, per lo più verbale (talking cure), ma dove, ripetendo e ricostruendo la storia della persona, si intrecciano emozioni, sentimenti, desideri, ricordi, illusioni, atteggiamenti e opinioni, che fanno parte della sua sfera più intima.

Tecniche psicoterapeutiche

Il metodo Psicoanalitico consiste nell'esplorazione dei fattori che determinano i comportamenti e le emozioni, di cui le persone non sono consapevoli, tramite la tecnica della libera associazione. Sono questi fattori inconsci che possono essere causa di condizioni stressanti e d'infelicità e che si manifestano, a volte, come sintomi veri e propri, altre volte determinano tratti di personalità problematici, difficoltà lavorative, affettive e relazionali, disturbi dell'umore o dell'autostima.

La causa del malessere è determinata da elementi patogeni inconsci che devono essere esplorati insieme allo psicoterapeuta psicoanalitico. I consigli di parenti o amici, la lettura di libri d'auto-aiuto ed altri tentativi del genere, non risolvono il problema né possono dare un vero sollievo alla persona sofferente ma offrire delle brevi scappatoie fino al ripresentarsi impetuoso del sintomo.

Differenza tra psicoterapia e psicoanalisi

Con il termine Psicoterapia si indica generalmente un trattamento terapeutico qualsiasi in ambito psicologico; possono esservi diversi metodi utilizzati dagli psicoterapeuti in base alle teorie psicologiche di riferimento.

La psicoterapia è sempre un trattamento sanitario e rappresenta una specializzazione sanitaria della psicologia per cui lo psicologo deve risultare iscritto all’ ordine degli psicologi regionale per poterla praticare secondo la legge dell’ordinamento dello psicologo.

La psicoanalisi, invece, è una forma particolare di psicoterapia che si basa sui concetti che riguardano i processi mentali inconsci originariamente elaborati da Sigmund Freud e successivamente sviluppati, nel tempo, da un numero considerevole di altri analisti.

Il trattamento psicoanalitico si prefige di chiarificare in quale modo i fattori inconsci influiscono sulle relazioni attuali e sugli schemi di comportamento. Favorendo i collegamenti con le origini storiche di quel comportamento può mostrare come questi fattori si sono sviluppati nel tempo, aiutando l'individuo a gestire meglio la propria realtà attuale. Nel contesto analitico il paziente sviluppa inevitabilmente la relazione col terapeuta che assume i tratti influenzati dal proprio"mondo interno", permettendo sia all'analista che all'analizzato di condividere un'esperienza umana intensa. In questo modo molti aspetti della persona possono essere capiti più profondamente ed è possibile lavorare sull'opportunità di promuovere sani cambiamenti. Questo è il motivo per cui una persona, pur non sentendo il bisogno di una "terapia" psicoanalitica pensi di trarre beneficio da un'esplorazione analitica del proprio mondo interno e del proprio modo di relazionarsi con le persone che lo circondano.

Durata Psicoterapia

La motivazione principale per intraprendere una psicoterapia psicoanalitica è nel desiderio di conoscersi e di funzionare meglio nel mondo. Non è detto che si debba, infatti, ammalarsi per conoscersi! La forma più intensiva di psicoterapia psicoanalitica comporta sedute regolari di 45 o 50 minuti, con una frequenza che va da due a più sedute la settimana, per un tempo che è proporzionato alla percezione soggettiva del tempo e dei risultati attesi. La psicoterapia psicoanalitica rispetto alla psicoanalisi comporta in genere un numero minore di sedute la settimana.

Psicoterapia breve strategica

La Psicoterapia di sostegno, una forma di terapia breve, che concentrandosi sui sintomi o sulla problematica principale del soggetto, ne abbassa la forza patologica. L'individuo entra così in contatto con le sue problematiche più profonde e può orientarsi verso una psicoterapia vera e propria.

Durante questa forma di terapia si parte da situazioni 'qui e ora', e si ragiona su come l'esperienza attuale può essere integrata nella vita della persona, su come l'emozioni in gioco rispetto a specifici eventi sono percepiti dal soggetto e su come tendono ad esprimersi.

Costo sedute di psicoterapia

Alcuni pazienti iniziano il trattamento con una seduta settimanale e gradualmente "costruiscono" insieme all'analista la motivazione per un assetto a più sedute. Sia l'analista che il paziente s'impegnano seriamente nella definizione del setting formale (frequenza, orari, pagamento delle sedute ecc.). La psicoanalisi può essere applicata a trattamenti individuali, di gruppo, familiari (o in ambienti organizzativi diversi), che sono denominati "psicoanaliticamente orientati". (tratta dal sito della Società Psicoanalitica Italiana). Il tariffario lo trovi qui

Quando intraprendere una psicoterapia

E' consigliabile rivolgersi allo studio psicologico:

  • infanzia quando durante le tappe della crescita evolutiva si manifestano dei blocchi affettivi e relazionali per cui i bambini appaiono irrequieti, difficili da trattare, oppure troppo timidi e chiusi, rifiutano la scuola o semplicemente non riescono ad amarla.
  • adolescenza quando possono verificarsi mutamenti bruschi, che comportano un temporaneo, tuttavia, doloroso squilibrio e notevoli turbamenti.
  • vita adulta, quando eventi quali malattie, separazioni, lutti, cambiamento o perdita di lavoro, incidenti e tante altre situazioni possono essere causa di periodi di sofferenza intensa di fronte alla quale non si è sufficientemente attrezzati.
  • relazione di coppia quando si attraversano periodi difficili in cui non si riesce a comunicare, possono emergere problematiche di varia natura che i due partner tendono ad affrontare sempre nello stesso modo, spingendosi l'un l'altro sempre più dentro ad un vicolo cieco, senza riuscire a trovare una valida alternativa.
  • terza età quando le situazioni della vita portano la persona a confrontarsi con un'intensa solitudine.

Chiamami: 3391249564

Mandami un messaggio

Nome

E-mail

Oggetto

Messaggio