umore

Di che umore sei oggi?

Di che umore sei oggi?

Il tempo condiziona un po’ tutti: appena ci svegliamo guardiamo   fuori dalla finestra per accertarci della presenza del sole oppure se piove! Il sole, si sa, ci rende più attivi, ci sentiamo meglio, più positivi e più volenterosi di affrontare la giornata nel migliore dei modi. Il brutto tempo influisce negativamente sul nostro stato d’animo, ci deprime,  ci sentiamo più stanchi e meno stimolati a svolgere le nostre attività quotidiane.

La necessità della società moderna di controllare le condizioni metereologiche sembra essere diventata una vera ossessione.

Trasmissioni televisive e radiofoniche, puntualmente e continuamente, ci aggiornano sulle condizioni climatiche, addirittura una nota trasmissione televisiva “Che tempo che fa”, molto seguita, in orario di punta serale, mette in relazione il tempo meteorologico con il tempo politico culturale e sociale dell’Italia.  Gli esperti delle varie scienze umane parlano molto della relazione tra individuo e clima. Tutti abbiamo l’applicazione sul cellulare che permette di controllare il meteo in qualsiasi momento della giornata.

Progettare un weekend o una vacanza dipende fortemente dal clima del luogo e dal tempo previsto in cui vogliamo  soggiornare. Alcune persone si dicono maggiormente influenzate dai cambiamenti climatici e prestano particolare attenzione al tempo che fa, fanno commenti e ne parlano con gli altri, descrivendosi come soggetti meteoropatici.  Loro  possono sentirsi deboli e prostrati, anche psichicamente, in alcuni giorni di ogni mese, senza riuscire a trovare una qualsiasi ragione per questo; viceversa, possono avere giorni più energici e positivi, trasmettendo alle persone che li circondano l’alternarsi frequente e immotivato dei loro stati d’animo e delle loro idee.

 Il significato simbolico della percezione personale che si ha del clima  sembrerebbe essere la rappresentazione del “tempo interiore” che non riusciamo più a impiegare in modo creativo e soddisfacente , come se non ci fosse più niente da fare o non avessimo più la opportunità di fare cose importanti, interessanti per la vita.

Psicologicamente tutti gli stimoli ambientali che facilitano o impediscono o limitano l’agire della persona creano particolari stati d’animo che determinano, a seconda dei casi, il benessere psicofisico della persona e spingono a trasformare l’ambiente al fine di poterlo raggiungere.

Le relazioni umane che stabilisce, l’alimentazione che lo nutre, le attività che svolge l’essere umano, sono il frutto dell’interazione e spesso del conflitto con l’ambiente che deve necessariamente essere adattato ai suoi bisogni. Così il clima, con la sua imposizione delle temperature ambientali, condiziona la struttura psicofisica dell’essere umano e tutte le attività che svolge nell’ambiente in cui nasce e vive, il suo umore, le sue emozioni e il suo comportamento.

Floriana De Michele

Sessuologia
cibo
SferaBlog - Aggregatore di Notizie Tecnologiche