Marsica e psicologi

La Marsica

L’area Marsicana comprende 37 comuni, Aielli, Avezzano, Balsorano, Bisegna, Canistro, Capistrello, Cappadocia, Carsoli, Castellafiume, Celano, Cerchio, Civita d’Antino, Civitella Roveto, Collarmele, Collelongo, Gioia dei Marsi, Lecce nei Marsi, Luco dei Marsi, Magliano dei Marsi, Massa d’Albe, Morino, Opi, Oricola, Ortona dei Marsi, Ortucchio, Ovindoli, Pereto, Pescasseroli, Pescina, Rocca di Botte, S. Benedetto dei Marsi, Sante Marie, S. Vincenzo Valle Roveto, Scurcola Marsicana, Tagliacozzo, Trasacco, Villavallelonga,tutti inclusi nella provincia dell’Aquila.

Quest'area occupa un ampio ed eterogeneo territorio situato nella provincia dell’Aquila, i suoi confini, infatti sono: a nord-est il resto della provincia dell’Aquila, a nord-ovest provincia di Rieti, a ovest provincia di Roma, a sud provincia di Frosinone.

Al centro di questo territorio è situata la piattaforma agricola, emersa dalla grandiosa opera che fu il prosciugamento del lago del Fucino avvenuto tra il 1855 e il 1875.

La piana del Fucino ha rappresentato un fattore socialmente centripeto: essendo una zona ad alto reddito ha attirato gli abitanti delle valli limitrofe, favorendo una cultura territoriale omogenea, probabilmente ancora resistente, nonostante attualmente il territorio sia diventato molto attrattivo per il mercato lavorativo straniero.

Nel 1915 tutta la zona fu colpita da un terribile terremoto ancora ricordato come uno dei più devastanti in Italia, che rafforzò l’aggregazione e il senso di solidarietà tra le diverse collettività locali insediate nell’area e il senso di identità del cittadino marsicano.

Le città di Avezzano, Celano, Aielli, Cerchio, Collarmele, S. Benedetto dei Marsi, Pescina, Luco dei Marsi, Trasacco e Ortucchio rappresentano il nucleo centrale sviluppato attorno al Fucino, a cui si aggiungono ulteriori bacini che riportano al Fucino: la Vallelonga (Collelongo e Villavallelonga), la valle del Giovenco (Ortona dei Marsi e Bisegna) e la valle di Riofreddo e S. Lucia (Gioia dei Marsi e Lecce nei Marsi).

Ci sono poi i bacini circostanti che hanno strettissimi rapporti con il Fucino. La Valle del Liri, corrispondente ai comuni di: Cappadocia, Castellafiume, Capistrello, Canistro, Civitella Roveto, Civita d’Antino, Morino, S. Vincenzo Valle Roveto e Balsorano, riceve le acque del Fucino attraverso l’emissario artificiale, ma nella zona bassa è maggiormente influenzata da Sora (Frosinone). I Piani Palentini, separati dal Fucino da una sella insensibile e con numerose analogie sul piano agricolo, comprendono i comuni di: Magliano dei Marsi, Massa d’Albe, Scurcola Marsicana, Tagliacozzo e Sante Marie. L’Altopiano di Carsoli, con i comuni di: Carsoli, Oricola, Pereto e Rocca di Botte. Infine, appartengono all’area, i comuni di Ovindoli, Opi e Pescasseroli.

Tutti i 37 comuni citati sono inseriti tutti nello stesso Ufficio Distrettuale delle Imposte Dirette e sono aggregati, oltre che nell’ area socio-economica marsicana, anche nella stessa Unità Sanitaria Locale, ente di governo vero e proprio in materia di salute pubblica, quindi, di tanto rilievo organizzativo e sociale.

Cosa può fare uno psicologo nella Marsica

La maggior parte delle persone, ormai, in Abruzzo, come in qualsiasi altra parte del mondo, sa che uno Psicologo è un dottore che svolge un lavoro sanitario con persone che hanno problemi psico-fisici, la cui origine è mentale. Andare dallo Psicologo non significa essere ”matti o pazzi”, come una certa cultura retrograda fa pensare, ma significa poter lavorare sul disagio umano che può portare a depressione, ansia e perfino a tendenze suicide.

E’ un dato di fatto che in questi giorni, sempre più gente si rivolge agli psicologi e ai terapeuti semplicemente per parlare perché c’è un grande bisogno di essere ascoltati. Sfogando tutte le proprie tensioni quotidiane, la gente si sente sollevata e sembra più pronta ad affrontare il nuovo giorno. Comunque gli Psicologi in Abruzzo e in tutte le altre parti del mondo, fanno molto più che alleviare la gente dalle tensioni personali poiché curano ed educano al benessere.

Ci sono molti tipi di problemi che gli Psicologi, nella Marsica e in qualsiasi parte del mondo, trattano su una base quotidiana e questi variano dai deficit comportamentali ai deficit cognitivi. Alcuni problemi, come i deficit di apprendimento, possono presentarsi fin dalla nascita, mentre altri problemi si manifestano più tardi nella vita.

Gli Psicologi nella pratica della professione sanno che tutto ciò è parte integrante della loro vita quotidiana. Scegliere un bravo professionista della psicologia in Abruzzo, come in qualsiasi altra parte del mondo, significa accertarsi prima di tutto della sua formazione, se è laureato in Psicologia, magari in Università prestigiose e se è iscritto all’Ordine professionale. Si può scegliere uno Psicologo libero professionista, o un dipendente pubblico, ma uno psicologo con accertata esperienza: questo è un lavoro che richiede molta pazienza ed un vero desiderio di aiutare coloro che ne hanno necessità!


Chiamami: 3391249564

Mandami un messaggio

Nome

E-mail

Oggetto

Messaggio